BIO Mom-to-be

Ed eccoci a parlare oggi di un argomento che tocca una buona fetta di noi donne, anche quelle che non si sono ancora avvicinate completamente al bio. Che prodotti naturali posso usare durante la gravidanza e nell'immediato post? Vediamo insieme cosa fare per essere una BIO Mom-to-be :)

La gravidanza è un periodo meraviglioso ma in certi casi anche difficile: 9 mesi di cambiamenti continui che il nostro corpo subisce quotidianamente, sbalzi ormonali che ci fanno sentire un giorno meravigliose e il giorno dopo un completo disastro in tutti i campi. In questo articolo voglio parlarvi delle cure e delle coccole naturali che ci possiamo concedere senza il rischio di danneggiare noi stesse e la creatura che portiamo in grembo.

 

PELLE

Insieme all'utero, è l'organo che viene sottoposto a maggiore stress durante la gestazione. Per chi ha una pelle geneticamente molto elastica non farà grandi fatiche e non avrà nemmeno grossi problemi con la crescita del pancione. Ma chi come me soffre di pelle molto 'rigida' nonostante l'alimentazione, l'idratazione e le creme, rischia di incappare nelle antiestetiche smagliature. Come prevenirle? Beh, innanzi tutto vi consiglio di tenere sotto controllo il peso (cosa che sicuramente vi dirà anche la ginecologa) mentre il secondo passo è cominciare da subito alla cura della pelle della pancia, anche se la vostra creatura ha ancora le dimensioni di un fagiolo. Importantissima infatti è l'idratazione e i due alleati migliori sono l'Olio di Mandorle Dolci puro e il Burro di Karitè. Entrambi super idratanti, si distinguono solo nel caso in cui, oltre ad idratare, abbiate bisogno di sollievo in caso di prurito: infatti espandendosi, la pelle crea questa sensazione, qui allora dovete intervenire con il Burro di Karitè che ha anche azione emolliente. Non solo la pelle della pancia ha bisogno di coccole, ma anche quella del viso! Il mito del 'ma in gravidanza hai una pelle bellissima' è vero solo per poche! Infatti gli sbalzi ormonali fanno si che ci siano delle fasi in cui la pelle del viso sia molto carica di impurità e foruncoli. Ecco allora che ci salva una bella maschera con l'Argilla Verde Ventilata. Non abbiate paura ad acquistarne una confezione grande, l'argilla infatti servirà anche alla vostra creatura appena nata. L'utilizzo dell'Argilla Verde a secco, applicata con un cottonfioc ad ogni cambio pannolino all'attaccatura del moncherino del cordone ombelicale, fa si che questo si secchi e si stacchi prima che non lasciandolo da solo, piccolo ma grande trucco che non fa alcun fastidio ne dolore al piccolo.

 

CAPELLI

Come ben si sa, la tinta durante la gravidanza, soprattutto se chimica, è altamente sconsigliata in quanto potrebbero passare delle sostanze dal cuoio capelluto della madre al feto. Quindi potete prendere in considerazione l'utilizzo di erbe tintorie in tranquillità. Ci sono fonti discordanti sul loro utilizzo nel primo trimestre: chi le sconsiglia e chi lascia la questione nelle mani del medico e/o della ginecologa. L'unica erba che NON può essere utilizzata in gravidanza è il Methi, per tutte le altre (salvo allergie) non sono stati riscontrati problemi durante la gestazione. Quindi potete sbizzarrirvi a creare ricette su misura per la vostra chioma!

 

CORPO

Oltre alla pelle, non dimenticatevi anche del resto del vostro essere, concedetevi delle coccole e dei massaggi per rilassarvi e far ripartire il microcircolo, soprattutto delle gambe che con il tempo tenderanno a gonfiarsi a causa della normale ritenzione idrica che porta questo stato. Non dimenticate di cominciare ad utilizzare un detergente intimo delicato e specifico, con ingredienti naturali, che vi aiutano a domare le irritazioni senza dover rinunciare alla freschezza: questo prodotto vi sarà molto utile anche nel periodo post parto dove le condizioni saranno veramente dure da affrontare. Tenete idratata anche la pelle del seno e dei fianchi, saranno anch'essi sottoposti a stress.

 

PROBLEMI & DIVIETI

Partiamo con i divieti che sono pochi e semplici: come detto in precedenza, evitate di utilizzare il Methi per i vostri impacchi per i capelli, ci sono erbe alternative che possono aiutarvi, altrimenti vi armate di santa pazienza e attendete con calma i 9 mesi, sembrano tanti ma non lo sono affatto! Inoltre nel periodo di gestazione sono vietati gli oli essenziali utilizzati puri: purtroppo dovrete rinunciare al Tea Tree per i brufoletti e al Rosmarino per gli impacchi. L'unico olio essenziale accettato dal feto è quello di Lavanda, da usare comunque con parsimonia: si quindi a massaggi con questo olio diluito e anche l'aggiunta di qualche goccia nello shampoo in caso di forfora.

Per quanto riguarda le problematiche di questo periodo, ce ne sono tante. Tralasciando i mal di schiena e il nervo sciatico sempre infiammato, un grosso problema a cui vanno incontro moltissime future mamme è la stipsi: aiutatevi con pastiglie di carbone vegetale e fate un giro in erboristeria per farvi preparare infusi o decotti a base di Camomilla, Malva e Semi di Lino che aiutano naturalmente il tratto intestinale.

Questa è solo una mini guida per potervi aiutare a trascorrere i 9 mesi di attesa nel miglior modo e più naturalmente possibile. Spero di esservi stata almeno un pochino di aiuto!

Un bacione belle mamme!

- Marta

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Emanuela Biodiario (venerdì, 06 aprile 2018 10:20)

    Molto interessante questo articolo, le future mamme possono trovare consigli preziosi.