E come mi strucco?? Mini guida sui prodotti corretti da utilizzare

L'importanza della rimozione del make up alla sera prima di andare a dormire è molto spesso sottovalutata: è un'azione noiosa, lunga e, dopo una giornata stressante, ci troviamo a non aver voglia di fare. Ma come aiutarsi in modo veloce e con i giusti prodotti? Vediamolo insieme.

L'importanza della rimozione del make up alla sera prima di andare a dormire è molto spesso sottovalutata: è un'azione noiosa, lunga e, dopo una giornata stressante, ci troviamo a non aver voglia di fare. Ma come aiutarsi in modo veloce e con i giusti prodotti? Vediamolo insieme. (Foto 1)

 

Innanzi tutto partiamo dai prodotti da utilizzare. Ormai sul mercato si trovano acque micellari, detergenti viso e struccanti bifasici di cui sappiamo poco o nulla, soprattutto se si tratta di decidere per il tipo di pelle che abbiamo e che tipo di make up utilizziamo solitamente. Cerchiamo di fare un po' di ordine :)

L'acqua micellare è un prodotto nato negli anni '80 che unisce l'acqua a delle particelle chiamate MICELLE (da cui poi il nome) che a contatto con la pelle si 'aprono' e catturano tutta la sporcizia che c'è sulla superficie: make up ma non solo, anche tracce di smog, sebo, pelle morta e sudore, senza intaccare l'equilibrio idrolipidico della pelle stessa. Risulta quindi ottimo per tutti i tipi di pelle ma soprattutto per quelle sensibili, solitamente non contiene alcool e siliconi.

Il latte detergente non è un vero e proprio struccante, è quasi un sapone liquido ma molto più delicato e tollerabile, che aiuta comunque a rimuovere le tracce del make up e le impurità. Spesso contiene anche agenti idratanti e nutrienti e anche per questo motivo è visto come un vero e proprio trattamento cosmetico: va sciacquato dal viso dopo averlo emulsionato e prepara la pelle ai trattamenti successivi come l'applicazione del tonico e della crema viso. Ha proprietà astringenti quindi è più adatto per chi ha pelli miste o grasse.

Lo struccante bifasico invece si distingue a colpo d'occhio per la parte oleosa che solitamente è bella colorata. Viene chiamato bifasico appunto per le due parti che lo compongono (oleosa e acquosa) che, una volta agitato per bene prima di usarlo, si uniscono tra loro, creando un potente struccante super delicato sulla pelle. E' lo struccante ideale per chi utilizza make up waterproof, che viene eliminato al primo colpo, o per chi ha problemi con gli struccanti sugli occhi, in quanto risulta molto meno aggressivo.

 

Ma come si applicano questi prodotti? Anche qui dal commercio arrivano un sacco di spunti: dischetti di cotone, spugne naturali, panni in microfibra e chi più ne ha più ne metta. Spesso si sceglie non tanto per il prodotto in se (perchè tutti svolgono il loro lavoro allo stesso modo) ma per scelte etiche ed ecologiche.

 

Mi stavo scordando un bonus utilissimo: le salviette struccanti! Siete di fretta? Non ne avete molta voglia? Sono il prodotto ideale, ma non da utilizzare sempre. Anche qui in base al tipo di pelle in commercio si trovano tantissime varianti. Unica pecca? Per rimuovere il trucco occhi bisogna sfregare, cosa che con gli altri prodotti non si fa.

Ricordate ragazze: se volete una pelle libera da impurità, brufoletti, e splendente al mattino, prima della nanna struccatevi SEMPRE! Anche le lenzuola ringraziano :)

 

Un bacione fanciulle

- Marta

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Emanuela Biodiario (domenica, 24 dicembre 2017 17:14)

    Hai ragione. Molte sottovalutano l'importanza di struccarsi. Una volta presa l'abitudine comunque, come molte altre cose, non è poi così pesante da fare.