Pitaya or Dragonfruit

La pitaya è un frutto tipico dei luoghi dal clima tropicale, è conosciuto anche come frutto del drago. Rientra nella categoria delle piante grasse e per tanto sopporta fino ai 45° di temperatura. L’aspetto di questo frutto è molto molto particolare e cattura immediatamente l’attenzione.

 

The pitaya is a fruit typical of the places from the tropical climate, also known as dragon fruit. It falls into the category of succulents and therefore supports up to 45 degrees centigrade. The appearance of this fruit is very very special and catches the attention immediately. 

La pitaya rossa ha un involucro che va dal rosa scuro al rosso, dentro invece è solitamente bianco (anche se esitono varietà di pitaya con polpa rossa e pitaya gialla che presenta una buccia gialla) con dei semini commestibili neri. La polpa cremosa ha un sapore che può essere paragonabile a quello del kiwi e della pera mischiati, o a quello del fico d’india. Il peso può variare molto, dai 150 ai 600 grammi mentre il suo contenuto calorico è di sole 36 Kcal per 100 grammi, ideale da utilizzare nelle diete. Nei semi (dai quali viene estratto un olio) troviamo una rilevante concentrazione di acidi grassi e di vitamina E; ha inoltre rimarchevoli percentuali di vitamina C, vitamina B1, di ferro e fosforo. Ha buone capacità antiossidanti, ideali per combattere i radicali liberi. I suoi specifici carboidrati, sono ideali per accrescere la salute dell'intestino. È di aiuto nei casi di diabete, dimostra capacità cicatrizzanti e antinvecchiamento agendo direttamente nelle cellule della pelle. I suoi antiossidanti hanno inoltre un'azione antistress. Ci sono vari modi per consumarlo. Potete optare per il consumo classico, cioè mangiare il frutto così come viene colto. Basta aprirlo a metà. La buccia solida farà da contenitore e il suo interno morbido si estrae bene con il supporto di un cucchiaino. Se preferite, potete aggiungervi dello zucchero o del limone. Altri modi per utilizzarlo non mancano. C’è chi preferisce il frullato, il cocktail, la marmellata… anche in questo caso potete arricchirlo con zucchero o limone.

 

Voi avete mai assaggiato questo frutto? Fatemi sapere :)

 

The red pitaya has a wrap ranging from dark pink to red, in the other hand is usually white (although esitono variety of pitaya with red and yellow pitaya pulp that has a yellow skin) with blacks edible seeds. The creamy flesh has a flavor that can be comparable to that of kiwi and pear mixed, or to that of the prickly pear. The weight can vary widely, from 150 to 600 grams while its calorie is only 36 calories per 100 grams, ideal for use in diets. In the seeds (from which is extracted an oil) we find a significant concentration of fatty acids and vitamin E; It has also remarkable percentage of vitamin C, vitamin B1, iron and phosphorus. It has good antioxidant capacity, ideal to fight free radicals. Its specific carbohydrates, are ideal for enhancing intestinal health. It helps in case of diabetes, it demonstrated healing and anti-aging capabilities by acting directly in skin cells. Its antioxidants also have anti-stress action. There are various ways to consume it. You can opt for the classic consumer, that is, to eat the fruit as it is caught. Just open it in half. The solid peel will be the container and its soft interior is extracted well with the help of a teaspoon. If you prefer, you can add sugar or lemon. Other ways to use it are not lacking. Some people prefer the milkshake, cocktail, jam ... in this case you can enrich it with sugar or lemon.

 

Have you ever tasted this fruit? Let me know :)

 

MARTA

Scrivi commento

Commenti: 0