Low-Poo & No-Poo

Al giorno d’oggi i capelli si sporcano facilmente, soprattutto quelli grassi. L’inquinamento e un consumo eccessivo di grassi nocivi contribuiscono a sporcare i capelli ancora di più, obbligandoci a lavarli con maggiore frequenza, cosa che, a lungo andare, può rivelarsi controproducente perché lo strato protettivo naturale del cuoio capelluto viene danneggiato.

Si tratta di una scelta ecologica e alternativa quella che negli Stati Uniti chiamano “no-poo” ovvero, lavarsi i capelli senza shampoo.
Infatti, usando prodotti “alternativi” per pulire la cute, si riduce il consumo di contenitori di plastica e persino i vostri capelli vi ringrazieranno diventando più luminosi e meno predisposti a sporcarsi.

Sul web si trovano tantissime ricette a base di erbe e argille per sostituire il nostro fidatissimo shampoo, ma la più utilizzata e la più semplice da riprodurre a casa è a base di bicarbonato. In un contenitore si aggiunge un cucchiaio di bicarbonato e 250 ml di acqua tiepida, si mescola fino ad ottenere la consistenza di un normale shampoo e poi si applica direttamente sui capelli bagnati.

I risultati sono soddisfacenti: i capelli restano puliti e lucenti più a lungo, il cuoio capelluto tende a diventare meno grasso e l'abbandono di siliconi e parabeni mantengono la chioma molto più leggera.

Tantissime star internazionali hanno iniziato ad utilizzare questi metodi alternativi ammettendo di lavarsi i capelli con lo shampoo tradizionale solo una volta al mese o anche meno, tanto che ormai le fazioni si dividono in LOW-POO e NO-POO.

Vi lascio alcune ricette da provare:

COWASH: mezzo bicchiere di balsamo e due cucchiai di zucchero di canna

SHIKAKAI: erba indiana nota per la capacità di lavare mantenendo inalterato il PH dei capelli, mescolate un paio di cucchiai di polvere di shikakai con acqua calda o tiepida fino ad ottenere una consistenza cremosa

GHASSOUL: argilla marocchina che fortifica e lascia i capelli morbidi, mescolate 3 cucchiai di argilla con un bicchiere d'acqua o di infuso di rosmarino.

E voi avete mai provato un metodo no-poo?

 

Attendo di scoprire i vostri risultati!

 

Nowadays the hair is dirty easily, especially those fats. The pollution and excessive consumption of harmful fats contribute to soil his hair even more, forcing us to wash them more frequently, which, in the long run, can backfire because the natural protective layer of the scalp is damaged.

It is an ecological alternative choice and one that the United States called "no-poo" or, wash your hair without shampoo.

In fact, using "alternative" products to clean the skin, you reduce the consumption of plastic containers and even your hair will thank becoming brighter and less prone to getting dirty.

On the web there are many recipes with herbal and clay to replace our trustworthy shampoo, but the most widely used and the easiest to play at home is made from bicarbonate. In a container is added to a teaspoon of bicarbonate and 250 ml of warm water, is mixed to obtain the consistency of a normal shampoo and then applied directly to wet hair.

The results are satisfactory: the hair longer remain clean and shiny, your scalp tends to become less fat and abandonment of silicones and parabens retain much lighter hair.

Many international stars have begun to use these alternative methods admitting to wash their hair with traditional shampoo only once a month or less, so that now the factions are divided into LOW-POO and NO-POO.

I leave you some recipes to try:

COWASH: half a cup of balm and two tablespoons of brown sugar

SHIKAKAI: Indian herb known for its ability to wash while maintaining the PH of the hair, mix a couple of tablespoons of shikakai powder with warm or hot water to obtain a creamy consistency

GHASSOUL: Moroccan clay that strengthens and leaves hair soft, mix 3 tablespoons of clay with a glass of water or infusion of rosemary.

And you have ever tried a no-poo method?

 

I wait to find out your results!

 

MARTA

Scrivi commento

Commenti: 0